Tag: doping

Charlie Brown nella Hall of Fame

Per la prima volta dal 1996 nessun giocatore è stato eletto nella Hall of Fame quest’anno.

cbbaseb

Ci sono giocatori che sono in lizza da molti anni (Lee Smith da 11, Alan Trammel da 12, Dale Murphy da 15) ma non raggiungono mai il limite di voti necessario. Altri, introdotti quest’anno per la prima volta, si trovano in cima alla classifica (Craig Biggio) ma senza raggiungere il quorum. Peraltro Biggio merita la HoF per il suo record: 285 volte in carriera colpito dal lancio. Solo Hughie Jennings è stato colpito più volte (287), ma giocava a fine ‘800.

Ma il punto è: quest’anno erano stati proposti per la induction giocatori come Barry Bonds, Roger Clemens, Mark McGwire, Sammy Sosa, Mike Piazza… insomma, mancava giusto Alex Rodriguez per fare un bel gruppo di dopati. O meglio, accusati di aver usato sostanze dopanti (PED, performance enhancing drugs).

Mike Piazza peraltro si è – piazzato bene, con 329 voti che rappresentano quasi il 58% del totale (per ogni giocatore proposto c’è una votazione, non si fa una classifica in base alla quale i giocatori vengono gerarchizzati e chi arriva primo entra e gli altri no; ogni giocatore è sottoposto a votazione, e se raggiunge il quorum entra nella HoF. Per ogni giocatore di chiede “Sì o No?” e se i Sì sono in percentuale adeguata, allora il giocatore viene introdotto nella Hall of Fame. Piazza ha avuto quasi il 58% di voti positivi per il suo caso).

Quante probabilità ci sono che Bonds o Clemens o Rodriguez, tutti giocatori con statistiche da supercampioni, entrino prima o poi nella HoF?

Annunci

Stimolanti da giamaicani

English: Asafa Powell after his 9.72 win and t...

Asafa Powell è risultato positivo agli esami antidoping per uno stimolante.

Lo stimolante in questione è l’ossilofrina (chissà perché i giornali scrivono il nome inglese oxilophrine), chimicamente simile all’efedrina, quella sostanza a sua volta simile alle anfetamine usata anche come decongestionante nasale. L’ossilofrina invece è usata nel trattamento dei disturbi circolatori e dell’ipotensione.

Oltre a Powell sono risultati positivi alla stessa sostanza anche Tyson Gay (che – a 30 anni quasi 31 – era il miglior velocista di quest’anno con 9’75” sui 100), statunitense, e altri atleti giamaicani. In pratica l’unico velocista rimasto alla Giamaica è Bolt. E ci sono i Mondiali alle porte tra un mesetto abbondante. Continua a leggere “Stimolanti da giamaicani”

Non plus ultra

xkcd sul potenziamento umano

Un modo sintetico di proporre i miei dubbi sul doping e in genere sul potenziamento umano. Anzi, per la precisione: i miei dubbi sulle posizioni contro il doping e il potenziamento umano.