Tag: citazioni decontestualizzate

Il trenino Aristocle

"Ciuff ciuuff!" disse Socrate "Hai ragione, maestro", rispose l'allievo
“Ciuff ciuuff!” disse Socrate
“Hai ragione, maestro”, rispose l’allievo

«Ora», seguitai, «paragona la nostra natura, per quanto concerne l’educazione e la mancanza di educazione, a un caso di questo genere. Pensa a uomini chiusi in una specie di caverna sotterranea, che abbia l’ingresso aperto alla luce per tutta la lunghezza dell’antro; essi vi stanno fin da bambini incatenati alle gambe e al collo, così da restare immobili e guardare solo in avanti, non potendo ruotare il capo per via della catena. Dietro di loro, alta e lontana, brilla la luce di un fuoco, e tra il fuoco e i prigionieri corre una strada in salita, lungo la quale immagina che sia stato costruito un muricciolo, come i paraventi sopra i quali i burattinai, celati al pubblico, mettono in scena i loro spettacoli».

(continua)

Annunci

La virtù è ciò che ripetutamente fai

Per capire la battuta bisogna riconoscere questo non-cittadino ateniese
Per capire la battuta bisogna riconoscere questo non-cittadino ateniese

Being the best is not about performing once. It’s about perfection time after time.

Postulati della ragion pratica

Kant_bis
Per capire la battuta bisogna riconoscere ‘sto parruccone prussiano.

Molti credono che libertà significhi vivere come se fosse l’ultimo giorno della tua vita, che nessuno possa dirti quello che devi o non devi fare, che non bisogna avere rispetto per niente e nessuno. Credono che la libertà stia nel non farti mai rinchiudere. Ecco perché ho capito di essere diverso. Perché io mi sento libero solo quando sono chiuso in gabbia.